ATTIVITA’

Sono molte le attività sul fronte della Natura che l’Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura si propone di portare avanti; le più significative sono:

  • promuovere l’educazione ambientale favorendo la conoscenza in campo zoologico, botanico, vegetazionale ed ecosistemico e le problematiche connesse, attraverso progetti, corsi, incontri, iniziative didattiche di vario tipo, mostre, azioni concrete su campo, passeggiate naturalistiche, visite guidate, viaggi didattici, eventi di liberazione di fauna selvatica curata nei CRFS e CRAS, pubblicazioni, video, materiale didattico ed altro.
  • Promuovere la conoscenza della flora selvatica autoctona, in particolar modo di alberi ed arbusti, favorendo la tutela e valorizzazione degli ecotipi locali anche attraverso azioni di messa a dimora di semi e azioni di recupero di piantine in aree ove è sicura la loro eliminazione.
  • Promuovere azioni di conservazione di porzioni di territorio particolarmente pregiate dal punto di vista naturalistico o azioni di miglioramento a fini naturalistici di aree degradate o comunque povere in biodiversità rispetto al potenziale.
  • Promuovere il principio della riduzione dell’impronta ecologica attraverso scelte di consumo quotidiane a più basso impatto ambientale e la diffusione di pratiche anti-consumistiche.
  • Promuovere l’ecoturismo responsabile, il corretto approccio deontologico nel soccorso della fauna selvatica in difficoltà, le forme di agricoltura, selvicoltura e governo del territorio a minore impatto ambientale e maggiore rispetto e tutela della biodiversità.
  • Promuovere attività di sensibilizzazione sulla problematica delle specie alloctone invasive, sulla loro gestione, così come previsto dalla strategia d’azione europea e nazionale, promuovendo azioni di recupero della biodiversità autoctona negli habitat colpiti dalle invasioni per assicurare il riavvio delle successioni ecologiche naturali.
  • Promuovere la riscoperta e la conoscenza di usi, costumi e metodi tradizionali nel governo del territorio, dell’agricoltura e della pastorizia nella misura in cui le stesse non influivano negativamente sulla biodiversità ma anzi la conservavano e favorivano; inoltre promuovere la valorizzazione delle antiche varietà coltivate e delle razze allevate in quanto anch’esse patrimonio di biodiversità e cercare di offrire un approccio storico alla lettura del territorio attraverso la conservazione e la valorizzazione del significato e dell’utilità che ogni permanenza storico-architettonica o naturalistica avevano.

 

ISCRIVITI/RINNOVA DONA FINANZIA UN PROGETTO MERCATINO