08 Nov

PICCOLO VIVAIO PIANTE AUTOCTONE E DA SEME LOCALE – ASS. ANSN 2016

A nome dell’Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura e nella nostra piena volontà di essere fautori attivi di un cambiamento in favore della conservazione della Natura, vi presento il piccolo (ma significativo) vivaio sociale ANSN 2016, di piante autoctone e da seme locale, nato grazie alle mie piccole e grandi esperienze maturate negli ultimi 20 anni, ed alla volontà dei soci ANSN che si sono impegnati a propagare alberi ed arbusti della flora spontanea autoctona abruzzese, in particolare della zona frentana (provincia di Chieti).  Ogni piantina è nata da semi raccolti localmente, a garanzia della conservazione e della diffusione degli ecotipi locali, con tutti i vantaggi che ne derivano in termini di capacità di sopravvivenza, resistenza alle patologie e soprattutto capacità di mantenere tutta quella biodiversità che solo la flora autoctona può assicurare, essendo coevoluta da millenni assieme a tanti altri organismi viventi sul nostro territorio.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-1

Così, già dai primi giorni dalla sua nascita, uno sparuto numero di soci dell’Associazione ANSN, tra la fine di ottobre e novembre del 2015, ha raccolto, selezionato e seminato un centinaio di ghiande di varie specie di querce (roverelle, lecci, farnie) che ora sono piantine pronte per essere messe a dimora.

MOTIVAZIONI
Promuovere la propagare della nostra flora nativa è utile per comprendere l’importanza di conservare la nostra vegetazione spontanea, soprattutto dove essa viene meno per cause umane. In ambito peri-urbano infatti, viene sostituita con piante esotiche, spesso piante invasive fuggite dai giardini, che oltre a non apportare nulla o quasi alla nostra biodiversità, tendono a ridurre le potenzialità naturali, andando cioè a sostituirsi alla vegetazione nativa, entrando in competizione per la luce e lo spazio e spesso bloccando la successione della vegetazione, a discapito di tantissimi viventi che da essa dipendono.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-4
Viviamo in una società dove noi cittadini abbiamo scarse competenze e conoscenze delle piante native e nel farci consigliare ci affidiamo spesso a portatori di interessi economici, che badano nella quasi totalità dei casi al loro tornaconto personale e ci consigliano piante “alla moda”, quasi sempre esotiche, costose, delicate, col solo fine di alimentare un mercato di tendenza, legato al solo criterio estetico, e così favorendo poi un circolo vizioso di  manutenzioni periodiche, trattamenti e quant’altro connesso all’impianto di essenze esotiche; esse nella migliore ipotesi non sono invasive per gli ecosistemi naturali, ma denaturano il nostro giardino e lo fanno diventare un luogo sterile a causa anche dei trattamenti chimici utilizzati per mantenere un sistema di cose molto artificioso e per nulla naturale. Spesso, inoltre, alcune scelte inseguono la sola logica dell’arredo urbano e paesaggistico e si preferiscono piante esotiche “a rapido effetto”, senza prendere in considerazione minimamente “la qualità del verde”. Così succede, purtroppo frequentemente, che localmente non vengano scelte proprio quelle piante che a pieno diritto dovrebbero abitare i nostri territori, in quanto coerenti con le condizioni ecologiche ed ambientali locali e rappresentanti un paesaggio naturale millenario, in cui si sono coevolute assieme a tante altre forme di vita che oggi possono conservarsi, vivere e prosperare solo grazie a loro, assicurando i più alti valori di biodiversità, la vera ricchezza per noi tutti.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-9

E così, con questa logica, fin dai primi giorni dalla nascita dell’Associazione ANSN, già dalla fine di ottobre 2015, abbiamo iniziato a girare il territorio frentano per raccogliere e selezionare ghiande di varie specie di querce, da esemplari spesso secolari, oltre che semi di altre specie. Girando per il territorio abbiamo suscitato talora curiosità ed interesse da parte di quanti, incontrandoci e chiacchierando con noi, ci raccontavano, con nostalgia, storie di vecchi alberi e di tempi passati che ora vivono nelle memorie dei figli.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-11

Dalle ormai rare farnie frentane, le querce di pianura e dei terreni umidi e profondi, alle roverelle, le regine dei versanti collinari, ai lecci, le querce sempreverdi simbolo del clima mediterraneo: ora abbiamo a disposizione piantine di circa 12 mesi che necessitano di essere messe a dimora.
Per assicurare la corretta crescita del primo anno dell’apparato radicale tipicamente fittonante delle querce, nella piena logica del riutilizzo, abbiamo seminato le ghiande in quelli che io chiamo bottiglie-vaso: bottiglie in PET tagliate all’altezza di 24-25 cm ed opportunamente ben forate alla base, in grado di assicurare un’ottima profondità per il corretto sviluppo del fittone, la radice che, come un chiodo vivo, scende dritta anche oltre i 20 cm durante il primo anno di sviluppo, che al secondo anno deve continuare la sua crescita in piena terra.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-14

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-13

Piantare una quercia, vederla crescere, è qualcosa di speciale perché la pianta continuerà a crescere attraverso le nostre generazioni che si susseguiranno e che si tramanderanno questa ricchezza, di padre in figlio: come in una fiaba, la magia accompagnerà il ricordo di un nostro postero che fra 300-400 anni racconterà al suo nipote che quella quercia l’aveva piantata un suo antenato e nei secoli è sopravvissuta per l’amore che la famiglia le ha riposto, un amore per la Natura, per noi stessi, un insegnamento per tutti.

vivaiettosoci_ansn_2016_www-ansn-19

Allora che aspettate?
Se siete della zona frentana e dintorni, fate un dono alla Natura, con una pianta che durante la sua vita favorirà la conservazione della biodiversità locale e che disseminando nei secoli contribuirà a riavviare dinamiche di vegetazione naturale nelle periferie, nei margini oggi degradati dalle specie esotiche e dove spesso non c’è più la presenza di grosse querce o altre piante native che possano far tornare una vegetazione potenziale naturale.

Noi per quest’anno abbiamo disponibili LECCI, ROVERELLE, FARNIE ed ALLORI che cederemo previa donazione minima ai nostri soci che ne faranno richiesta ed a chiunque sia seriamente interessato a far crescere una speranza per un futuro naturalisticamente ricco!

© Testo e foto a cura del Dott. Mag. Sante Cericola, Presidente dell’Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura.

ISCRIVITI/RINNOVA DONA FINANZIA UN PROGETTO MERCATINO

07 Nov

LA NATURA E’ GRATIS!

Alcune parole dal nostro Presidente ANSN, che vi augura un autunno di colori accesi, come la nostra voglia di rendere più ricco di Natura l’ambiente in cui viviamo.

Vi ricordiamo che il vostro sostegno è importante! Potete iscrivervi all’Associazione ANSN oppure rinnovare la vostra quota sociale, oppure ancora fare una donazione, utilizzando i bottoni che trovate in fondo a questo articolo.

Buon autunno!

NOTA: per leggere nel disegno sottostante cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare “apri immagine in un’altra scheda” oppure “salvare l’immagine…”.

la-natura-e-gratis_sante-cericola2016_www-ansn-it

ISCRIVITI/RINNOVA DONA FINANZIA UN PROGETTO MERCATINO

01 Nov

RINGRAZIAMENTI PASSEGGIATA LAGO DI SERRANELLA 01.11.2016

L’Associazione ANSN ringrazia tutti i partecipanti che questa mattina hanno condiviso con noi la stupenda Riserva naturale e Oasi WWF Lago di Serranella, nella passeggiata dedicata alla scoperta della sua Natura.

sante-cericola_archivio-iaap-lago-di-serranella-2016_www-ansn-it-2

Dopo aver presentato l’area protetta presso il centro visite ed aver effettuato una prima parte di osservazione di uccelli acquatici al capanno, ci siamo spostati a Scosse, nel versante del comune di Altino, facendo un tuffo nella storia di quei posti e percorrendo parte del sentiero delle lanche, fino al primo capanno di osservazione della fauna, dove, tra le varie specie osservate, un airone bianco maggiore ci ha regalato momenti emozionanti, nella sua attività di caccia di un pesciolino in diretta, a pochi metri da noi!

Grazie a tutti voi!
Continuate a seguirci! Iscrivetevi al più presto alla nostra newsletter cliccando QUI e seguiteci nelle nostre attività! 🙂

ISCRIVITI/RINNOVA DONA FINANZIA UN PROGETTO MERCATINO